Sicilia alternativa: 7 luoghi insoliti da visitare

Luoghi misteriosi da vedere in Sicilia

Mistero, stregoneria e leggende: la Sicilia è un’isola permeata dal fascino dell’insondabile, che mette a disposizione dei turisti molti luoghi insoliti da visitare.

Un viaggio nella Sicilia alternativa non potrebbe mai prescindere da alcune tappe che, a dispetto della poca fama, rappresentano ancora oggi uno spaccato di vita autentica, permeata di storie antichetradizioni suggestive. L’alone di tutte le leggende più arcane della Trinacria vi porterà in una Sicilia poco conosciuta e meno turistica, ma altrettanto meritevole di essere vista.

Se anche voi non vedete l’ora di immergervi nel mistero dell’isola, ecco una lista dei 7 luoghi insoliti da visitare in Sicilia.

1. Grotta Mangiapane

Ancora oggi, la Sicilia è in grado di offrire ai suoi visitatori alcuni luoghi che trasudano magia e storia.

Un percorso alternativo in Sicilia non potrebbe non toccare l’antichissima Grotta Mangiapane a Custonaci: un insieme di casette e abitazioni scavate nella roccia, e costruite all’interno di un angusto anfratto abitato sin dalle epoche preistoriche.

Disabitata da oltre un secolo, Grotta Mangiapane è nota per alcune rappresentazioni che ogni anno vengono allestite nel vecchio borgo, come ad esempio il Presepe vivente.

2. La Cripta dei Cappuccini a Palermo

Quando parliamo dei 7 luoghi insoliti da visitare in Sicilia, ecco che la Cripta dei Cappuccini a Palermo si pone come una meta impossibile da non considerare.

Se non chiedete altro che venir catapultati nelle viscere della Sicilia misteriosa, visitando la Cripta dei Cappuccini potrete percorrere dei tunnel traboccanti di scheletri, ognuno dei quali sistemato e conservato con una precisione che ha dello spaventoso.

Inoltre, recandovi all’interno delle Catacombe dei Cappuccini avrete l’onore di ammirare la misteriosa mummia bambina: ancora oggi, gli studiosi non sono in grado di spiegare quale procedimento sia stato utilizzato per ottenere tale risultato.

3. Grotta delle Trabacche

Ancora mistero, ancora grotte.

In provincia di Ragusa si trova la Grotta delle Trabacche: un anfratto che ospita uno dei cimiteri più antichi del mondo, e che vi catapulterà in un’atmosfera da autentica pelle d’oca.

Ciò che la fa entrare di diritto in questo elenco di luoghi insoliti da visitare in Sicilia, è il fatto che la Grotta delle Trabacche è stata a lungo chiusa e solo recentemente riaperta al pubblico (su prenotazione), svelandola al mondo in tutta la sua bellezza.

4. Il Giardino Incantato di Sciacca

Il Giardino Incantato di Sciacca è in assoluto uno dei luoghi insoliti da non perdere in Sicilia.

Questo giardino, noto anche come Giardino delle Teste, ospita alcune delle sculture più misteriose e affascinanti dell’isola.

Le opere sono state create dalla follia di Filippo Bentivegna, un contadino che, dopo aver preso una botta in testa, decise di acquistare un podere a Sciacca e di scolpire teste e volti sulle rocce e sulle pietre di tufo dissotterrate dal terreno.

5. Gli Ipogei di Agrigento

Agrigento ospita una serie di sotterranei che, ancora oggi, sono stati esplorati solo in minima parte.

Gli Ipogei di Agrigento sono – non a caso – al centro di alcune delle leggende più affascinanti della Sicilia: fra le tante, si narra che all’interno degli ipogei sia nascosto il tesoro di Falaride.

Ciò che, invece, è storia documentata, è il numero di avventurieri che si sono addentrati negli Ipogei di Agrigento, senza fare mai più ritorno.

6. Il Castello Ursino a Catania

La Sicilia è famosa per ospitare alcuni dei castelli più inquietanti d’Italia. Fra questi, il Castello Ursino a Catania occupa indubbiamente la prima posizione: parliamo, infatti, di uno dei castelli infestati più noti al mondo.

Stando a chi l’ha visitato, al suo interno è possibile scorgere gli spettri dei suoi vecchi ospiti.

7. Il teatro dei Pupi di Caltagirone

A Caltagirone, in Via Verdumai, si trova il Teatro Museo dei Pupi Siciliani.

Nato dopo il primo conflitto mondiale, l’allora Teatro Stabile della Primaria Compagnia dell’Opera dei Pupi di Caltagirone deve il suo successo al fondatore e promulgatore, Giovanni Russo.

L’antico teatro, restaurato nel 1978 dal Comune di Caltagirone, oggi ospita una mostra permanente di Pupi Siciliani: piccoli e grandi, antichi e moderni, piaceranno sia agli adulti che ai bambini.

L’Opera dei Pupi siciliana è stata inserita dall’UNESCO nell’elenco dei Patrimoni orali e immateriali dell’umanità.

(Visited 4.292 times, 3 visits today)
Ti è piaciuto? Condividilo!

Related Posts

About The Author

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Protetto da Copyright - TheSicilianWay.it