Cavagrande del Cassibile: come raggiungere i “laghetti” di Avola e cosa vedere

Cavagrande del Cassibile è una delle riserve naturali più affascinanti della Sicilia

I “laghetti” di Avola, come li chiamano gli abitanti del luogo, sono un vero paradiso per gli appassionati di escursioni e trekking.

Siamo nella zona sud dell’isola, in un luogo dove la natura è la protagonista indiscussa. Il suo linguaggio unico e inconfondibile non potrà non affascinarvi e attirarvi sempre più vicino.

Se avete in programma un viaggio in Sicilia con sosta ad AvolaNoto o Siracusa, non potete non fare tappa in questa meraviglia naturale, dove la vegetazione prepotente, l’acqua limpidissima e i paesaggi selvaggi vi circonderanno e vi accoglieranno in un piccolo eden sconosciuto ai più.

Laghetti di Avola: cosa vedere e come raggiungerli

La riserva di Cavagrande del Cassibile è molto vasta: si estende su 2.760 ettari circa e comprende anche 10 chilometri del fiume Cassibile, con un tratto mozzafiato tra rocce che formano un canyon che nei punti più profondi raggiunge quasi i 250 metri.

Arrivati alla riserva c’è la possibilità di vedere da molto vicino questo angolo incontaminato di natura, seguendo gli itinerari proposti. I più esperti che hanno l’attrezzatura adatta, possono fare delle escursioni un po’ più impegnative.

In alternativa potete godere della frescura dei laghetti e delle pozze raggiungibili attraverso i sentieri più noti, che possono essere percorsi anche dai principianti e dove possono passeggiare anche i più piccoli. Un tuffo refrigerante nella calura estiva siciliana sarà un vero toccasana.

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Riserva di Cavagrande del Cassibile (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Riserva di Cavagrande del Cassibile (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Riserva di Cavagrande del Cassibile (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Riserva di Cavagrande del Cassibile (Sicilia)

Gli amanti dell’archeologia potranno visitare il Complesso rupestre dei Dieri (XI-IX sec. a.C.) e la Necropoli. Quella ai Dieri è, però, un’escursione impegnativa, adatta a persone ben allenate e dotate di adeguata attrezzatura da trekking. Il sentiero è impervio ed è consigliabile esclusivamente a chi è accompagnato da una guida.

Come non citare, poi, l’importanza a livello faunisticonaturalistico della riserva?

La riserva di Cavagrande del Cassibile vi svelerà tutta la sua bellezza attraverso una varia e rigogliosa flora, costellata di platani, salici, oleandri, edere e felci.

La Riserva di Cavagrande del Cassibile ospita 34 specie di orchidee selvatiche. Alcune di queste orchidee spontanee, che, come piccole macchie di colore, spuntano qua e là nella riserva, sono endemiche della Sicilia.

Anche la fauna vi stupirà: le farfalle volano libere e così vicine che le potrete ammirare a pochi centimetri di distanza. Potrete vedere ricci, volpi, cuculi e tutti gli altri animali che riuscirete a sorprendere nel loro libero peregrinare. Di tanto in tanto potrete scorgere simpatiche caprette inselvatichite che hanno scelto come dimora la riserva.

Invitate i bambini a guardare forme e colori delle rocce, del fiume che a tratti scorre e a tratti si ferma, per dare vita ai “laghetti“, e delle folte piante che circondano il canyon… l’escursione a Cavagrande del Cassibile  sarà, per grandi e piccini, una vera rivelazione.

Scala Cruci: l’accesso più famoso ai laghetti di Avola

Il nostro consiglio, una volta arrivati sul posto è quello di percorrere il sentiero “Scala Cruci” che in meno di 30 minuti di camminata non troppo veloce, vi porterà a degli splendidi laghetti alimentati da piccole e grandi cascate. Potete fare il bagno e questo piccolo angolo di paradiso vi sembrerà tutto vostro per una giornata.

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Laghetti di Avola (Sicilia)

Dai laghetti potete scorgere la Grotta dei Briganti, detta anche “Cunsiria”, che in realtà non è un’unica grotta ma un insieme di piccole cavità scavate nella roccia e comunicanti tra loro. La Grotta dei Briganti è visitabile, ma per raggiungerla bisogna seguire un altro sentiero rispetto a Scala Cruci.

La grotta prende il nome dai briganti siciliani che vi si rifugiavano alla fine dell’Ottocento, ma gli studiosi attestano che esse vennero ampiamente sfruttate sin dall’epoca bizantina.

Come arrivare? Dalla strada provinciale n. 4 Avola-Manghisi, superata “Avola Antica”, bisogna seguire le indicazioni per “Cavagrande del Cassibile”. La direzione è quella verso il “Belvedere di Cavagrande”. Oltre a poter ammirare il panorama sui laghetti, da qui potrete accedere alla riserva.

Accessi alternativi ai laghetti di Avola: “Mastra Ronna” e “Prisa-Carrubella”

  • Scala di Mastra Ronna

Un altro bell’accesso ai laghetti di Avola è il cosiddetto sentiero di “Mastra Ronna“. Vegetazione lussureggiante, specchi d’acqua limpidissimi, paesaggi incantevoli, pace e silenzio. Cosa si può chiedere di più?

Come arrivare? Il sentiero denominato “Mastra Ronna” è raggiungibile dalla Strada Provinciale n. 73 Canicattini – Cugni – Stallaini – Cassibile. L’accesso si trova in contrada Stallaini, nei pressi di Canicattini. La segnaletica stradale indica di seguire la strada vicinale “Strozzi” che porta ad una zona di sosta per le auto. Da qui si diparte una antica mulattiera che conduce il visitatore a valle. Il sentiero si fa più stretto e impervio man mano che si scende verso il fondo del canyon.

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero “Mastra Ronna”, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero “Mastra Ronna”, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero “Mastra Ronna”, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero “Mastra Ronna”, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero “Mastra Ronna”, laghetti di Avola (Sicilia)

  • Il sentiero Prisa-Carrubella

Non sarà il sentiero più famoso ma è un’opzione alternativa per esplorare la zona dei laghetti di Avola. Conduce ad un lago di dimensioni minori, conosciuto come “timpa ca tona” (pietra che risuona): questo luogo vi mostrerà i laghetti da un altro punto vista. Specchi d’acqua verdissima circondati da un paesaggio roccioso spettacolare e da un folto verde. Tra platani e oleandri volano colorate libellule e leggiadre farfalle.

Come arrivare? Da Avola bisogna precorrere la strada provinciale n. 4 Avola-Manghisi, superare “Avola Antica” e proseguire in direzione “Cavagrande del Cassibile”. Raggiunto il bivio che porta anche all’accesso principale ai laghetti (Scala Cruci) bisogna andare dritto, non girare a destra.  Dopo circa un chilometro, bisogna svoltare a destra e seguire una strada sterrata che porta all’inizio del sentiero.

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero Prisa-Carrubella, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero Prisa-Carrubella, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero Prisa-Carrubella, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero Prisa-Carrubella, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero Prisa-Carrubella, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero Prisa-Carrubella, laghetti di Avola (Sicilia)

Escursione ai laghetti di Avola: riserva di Cavagrande del Cassibile

Sentiero Prisa-Carrubella, laghetti di Avola (Sicilia)

Queste sono solo alcune proposte: i sentieri per raggiungere i laghetti di Avola ed esplorare la riserva sono numerosi. La riserva di Cavagrande del Cassibile è molto ampia c’è tanto da vedere.

Venite a visitare la Sicilia e in particolare la riserva di Cavagrande del Cassibile. Vi porterete a casa un’esperienza unica e irripetibile per gli occhi e il cuore, che solo una terra come la Trinacria potrà offrirvi.

(Visited 5.292 times, 4 visits today)

Related Posts

About The Author

Add Comment

error: Protetto da Copyright - TheSicilianWay.it