Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

A pochi chilometri da Castellammare del Golfo, da San Vito Lo Capo e da Trapani, su una collinetta bagnata a valle da un mare da sogno, si trova uno dei borghi più caratteristici della Sicilia, Scopello.

Scopello è un grazioso borgo marinaro, famoso per il mare da cartolina, gli scenografici faraglioni e la sua antica Tonnara.

Si trova a una trentina di chilometri da Trapani e costituisce la “porta” meridionale della Riserva dello Zingaro, un vero e proprio paradiso naturalistico.

Il borghetto di Scopello è tra le mete più amate dai turisti italiani e stranieri sulla costa trapanese, insieme a San Vito Lo Capo.

Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

Spiagge più belle di Scopello (Sicilia)

Cosa fare e vedere a Scopello

Il centro storico di Scopello

Il fulcro del borgo di Scopello è la piazzetta centrale, Piazza Nettuno, attorno alla quale si sviluppa il piccolo centro abitato, originatosi dall’ampliamento di un antico Baglio del Settecento.

Passeggiare tra i vicoletti del borgo è piacevole e rilassante. Ad ogni angolo troverete negozietti di souvenir e oggettistica, botteghe di artigianato, localini e ristoranti dove assaggiare la migliore cucina locale.

A Scopello lasciatevi tentare dalle delizie della gastronomia del posto: piatti a base di pesce fresco, cous cous, buon vino e, soprattutto, il famoso pane cunzato, cioè pane appena sfornato, da mangiare caldo, condito con pomodoro, acciughe, olio d’oliva, sale, pepe e formaggio.

I faraglioni di Scopello

Il borgo marinaro di Scopello è famoso per il bellissimo panorama che si può godere dall’alto, guardando in direzione della Tonnara: imponenti faraglioni spuntano fuori dall’aqua azzurra, incorniciati dalle strutture architettoniche dell’antica Tonnara.

Uno scenario magico, che ha reso celebre il paesino siciliano nel mondo, diventandone l’immagine più iconica.

Tonnara e faraglioni di Scopello (Sicilia)

Il nome di Scopello potrebbe far riferimento proprio alla presenza dei faraglioni: probabilmente deriva dal termine latino (Scopulus) o greco (Skopelos) entrambi usati per indicare un grosso scoglio.

La bellezza di questo luogo incantano, secondo la leggenda, ispirò Omero, che scelse proprio la Baia di Scopello per ospitare l’ultima sosta del viaggio di Ulisse prima del ritorno a Itaca. Omero la chiama l’isola dei Feaci ma in molti hanno riconosciuto in questo luogo l’affascinante Baia di Scopello.

Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

I faraglioni di Scopello (Sicilia)

Anche Hollywood ha voluto omaggiare lo splendore della Tonnara di Scopello, girandovi alcune scene del film Ocean’s Twelve (2004) con star del calibro di George Clooney, Brad Pitt e Catherine Zeta Jones.

Poteva, poi, mancare una visita del Commissario Montalbano? La serie tv dedicata al personaggio ideato da Andrea Camilleri ha fatto tappa a Scopello e vi ha girato alcune scene.

Una stradina da percorrere a piedi, circondata da zagare profumate e piante odorose di finocchietto selvatico, vi permetterà di raggiungere un punto di osservazione privilegiato per ammirare dall’alto i faraglioni di Scopello, la baia e l’antica Tonnara.

Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

Tonnara e spiagge più belle di Scopello (Sicilia)

La Tonnara di Scopello

La Tonnara di Scopello è una delle più antiche della Sicilia, fiera testimonianza di un passato lontano in cui la pesca e la mattanza del tonno rappresentavano una fiorente economia per il borgo e i paesi circostanti.

Il nucleo originale della Tonnara di Scopello risale al XIII secolo. Un corpo di fabbrica addossato alla roccia, dominato dalle torrette di guardia: all’epoca la Tonnara rappresentava una enorme ricchezza e andava difesa e sorvegliata.

Dal 1468 in avanti, con i lavori operati dalla famiglia dei Sanclemente di Inici, la Tonnara di Scopello venne ampliata e modificata strutturalmente. Passata, nel corso dei decenni, sotto il controllo prima della Compagnia di Gesù e, in seguito, ai Florio la Tonnara subì numerosi rimaneggiamenti.

Attualmente la Tonnara di Scopello è di proprietà privata. Gli eredi dei Florio ne sono ancora oggi i proprietari.

Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

La tonnara di Scopello (Sicilia)

Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

Faraglioni e tonnara di Scopello (Sicilia)

L’area è accessibile ai turisti previo pagamento di un costo di ingresso di 4 Euro (gratis per i bambini sotto i 10 anni). Sono presenti in loco delle grosse piattaforme di cemento dove un tempo attraccavano le barche, ma anche sassi e rocce: qui i turisti e gli abitanti del posto si stendono a prendere il sole.

L’acqua del mare è limpidissima e ricca di vita: è il luogo ideale per fare un tuffo rinfrescante, una lunga nuotata oppure un’uscita di snorkeling.

La Tonnara di Scopello è raggiungibile comodamente in auto ed è disponibile in zona un parcheggio a pagamento per chi avesse necessità di posteggiare l’auto.

Le spiagge più belle di Scopello

A Scopello si va soprattutto per il mare, inutile negarlo.

Ogni anno centinaia di turisti italiani e stranieri affollano il borgo, attirati da mare incantevole, spiagge da sogno, buona cucina e attrazioni naturalistiche e culturali.

A seconda della zona che sceglierete per le vostre ore di relax e divertimento in riva al mare, sappiate che potrete trovare tratti di spiaggia molto affollati e caotici ma anche spiagge e baie isolate dove rilassarsi e godere delle meraviglie del mare siciliano.

Molto affollata, per esempio, è la zona nei pressi della Tonnara che, non essendo molto ampia, non potrebbe ospitare molte persone ma attira ogni giorno tanti turisti e curiosi, grazie alla sua iconica bellezza e alla sua fama. Tratti costieri molto più intimi e isolati, invece, sono le spiaggette nascoste della Riserva dello Zingaro, raggiungibili a piedi da Scopello.

Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

Mare a Scopello (Sicilia)

Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

Mare a Scopello (Sicilia)

Vediamo insieme quali sono le spiagge più belle di Scopello (e dintorni).

Spiaggia dei Faraglioni

Il tratto di mare che bagna la Tonnara di Scopello è incantevole: l’acqua è limpida, i fondali sono pullulanti di vita e colori, i Faraglioni arricchiscono il panorama e le spiagge sono dei piccoli eden di pura bellezza e tranquillità. La Spiaggia dei Faraglioni è, quindi, uno dei luoghi da non perdere a Scopello.

Una precisazione: la Spiaggia dei Faraglioni non è di sabbia, ma un vecchio molo con piattaforme in cemento e rocce, dove però si può prendere il sole e fare il bagno, circondanti da uno scenario fiabesco.

Cosa fare e vedere a Scopello: il borgo, i faraglioni, la Tonnara e le spiagge più belle

I faraglioni e il mare di Scopello (Sicilia)

Baia di Guidaloca

Più a sud rispetto alla Tonnara, la Baia di Guidaloca ospita una spiaggia di ghiaia finissima e chiara, bagnata da uno dei tratti di mare più puliti e fascinosi del Trapanese.

La Baia di Guidaloca è incastonata tra un massiccio costone di roccia e una natura verdeggiante e selvaggia. Ci sono dei tratti di spiaggia libera ma anche dei piccoli stabilimenti attrezzati, per affittare ombrellone e lettino.

Cala Mazzo di Sciacca

Tra le spiagge più belle di Scopello spicca Cala Mazzo di Sciacca.

Piccola, isolata e raggiungibile attraverso una stradina in discesa, Cala Mazzo è un piccolo paradiso di sabbia chiara e ciottoli, dove il mare color turchese si confonde e si fonde, all’orizzonte, con il cielo dando vita ad uno scenario davvero indimenticabile.

E’ una spiaggia attrezzata, dove si possono affittare ombrelloni e lettini. E’ adatta alle famiglie con bambini, ma si consiglia l’uso di scarpe da mare per la presenza di rocce e ciottoli. E’ presente un parcheggio per le auto (a pagamento in Estate e libero nelle altre stagioni).

Spiagge della Riserva dello Zingaro

Scopello è la “porta” ideale d’accesso alla Riserva dello Zingaro. E’, infatti, il punto di partenza perfetto per delle uscite di trekking o delle escursioni sui sentieri di una delle aree naturali protette più belle di tutta la Sicilia.

All’interno della Riserva dello Zingaro si trovano anche spiagge meravigliose, alcune delle quali quasi incontaminate.

Il mare è di un azzurro che sembra quasi irreale: un quadro naturale che vi sorprenderà e vi lascerà senza fiato.

Leggi anche: Visitare la Riserva dello Zingaro

Visitare la Riserva dello Zingaro

Riserva dello Zingaro (Sicilia)

Cosa fare a Scopello: trekking, immersioni, snorkeling, gite in barca

Come abbiamo già accennato, partendo da Scopello potete dedicarvi a bellissime escursioni ed uscite di trekking nella Riserva dello Zingaro.

Se cercate un po’ di relax e intimità, potete affittare un pedalò ed esplorare i tratti di mare più vicini alla costa oppure, ancora, fare un giro in barca fino ad oltrepassare i faraglioni di Scopello e, magari, fare un tuffo più al largo, lontani dalla ressa del bagnasciuga.

Grazie alla bellezza dei fondali e all’eccezionale numero di forme di vita, sia animali che vegetali, che li abitano, il mare di Scopello è particolarmente amato dai subacquei e dagli appassionati di snorkeling e immersioni.

Tra i punti d’immersione più famosi a Scopello ci sono Cala Bianca, Cala Rossa e Punta Pispisa.

Le tipologie di immersioni che si possono fare in questi tratti di mare vanno dalle più semplici e meno impegnative, alle immersioni difficili e più estreme, adatte solo ai subacquei più esperti e temerari.

Dopo aver visto i faraglioni di Scopello, l’antica Tonnara, la Riserva dello Zingaro, i vicoli del borgo e le spiagge più belle della zona, potete dedicarvi alle gite culturali nei dintorni, per rendere la vostra vacanza in Sicilia davvero perfetta.

Partendo da Scopello, potete agevolmente raggiungere Trapani e San Vito Lo Capo, ma anche Erice, le Isole Egadi, l’area archeologica di Segesta e, ancora, le città di Monreale e Palermo.

Cosa state aspettando? Mettete in valigia costume da bagno, crema solare e macchina fotografica e partite alla scoperta di una delle località di mare più belle della Sicilia.

(Visited 448 times, 1 visits today)

Related Posts

About The Author

Add Comment

error: Protetto da Copyright - TheSicilianWay.it